Malattia da reflusso gastroesofageo: sintomi e trattamento

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è probabilmente la malattia più comune riscontrata dal gastroenterologo.

Come riconoscerla?malattia da reflusso gastroesofageo

I sintomi che solitamente rappresentano il campanello d’allarme della presentazione della malattia sono principalmente bruciore di stomaco e rigurgito.

Una revisione sistematica (riassunto di numerosi studi)  ha rilevato che la prevalenza di GERD è del 10-20% nel mondo occidentale con una prevalenza inferiore in Asia.

Il bruciore di stomaco è manifestato dal 6% della popolazione, mentre il rigurgito appare più comune, nel 16% casi.

La malattia da reflusso gastroesofageo può manifestarsi anche con il dolore al petto, ma  è necessario distinguere il dolore cardiaco dal dolore non cardiaco, prima di considerare il reflusso come causa di dolore al petto.

In alcuni casi, può apparire anche una difficoltà a deglutire, chiamata disfagia, che risulta essere un sintomo più allarmante e richiede controlli medici più approfonditi per escludere potenziali complicazioni che includono un disturbo della motilità sottostante, una stenosi, o una neoplasia.

Il 38% della popolazione generale, inoltre, lamenta dispepsia (quindi difficoltà a digerire).

Un fattore di rischio importante, ma spesso sottovalutato, è l’obesità.

Diverse meta-analisi suggeriscono un’associazione tra indice di massa corporea (BMI), circonferenza della vita, aumento di peso e la presenza di sintomi e complicazioni della malattia da reflusso gastroesofageo.

È di grande preoccupazione che ci sia anche un’associazione ben documentata tra BMI e carcinoma dell’esofago e cardias gastrico.

 

Trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo

Stile di vitastile di vita

Gli interventi sullo stile di vita fanno parte della terapia per la malattia da reflusso gastroesofageo.

Spesso, si consiglia:

  • perdita di peso
  • l’elevazione della testa del letto
  • la cessazione del tabacco e dell’alcool
  • l’elusione dei pasti a tarda notte
  • la cessazione degli alimenti che possono potenzialmente aggravare i sintomi da reflusso inclusi: caffeina, caffè cioccolato, cibi piccanti, altamente alimenti acidi come arance e pomodori, alimenti ad alto contenuto di grassi.

 

Farmaci

Se la modifica dello stile di vita non funziona, le opzioni mediche includono antiacidi, antagonisti del recettore dell’istamina (H 2 RA) o terapia PPI (inibitori di pompa protonica).

La terapia con PPI è stata associata a tassi di guarigione superiori e a tassi di recidiva ridotti per i pazienti con esofagite erosiva, fornendo un sollievo dal bruciore di stomaco più rapido e completo.

Ci sono attualmente 7 inibitori di pompa protonica disponibili, tra cui tre che possono essere ottenuti da banco (omeprazolo, lansoprazolo e omeprazolo-bicarbonato di sodio).

Quattro sono disponibili solo su prescrizione (rabeprazolo, pantoprazolo, esomeprazolo e dexlansoprazolo).

Tuttavia, nonostante portino sollievo, sono sempre dei farmaci che a lungo termine potrebbero causare complicanze quali cefalea, diarrea e dispepsia .

Altri potenziali eventi avversi hanno incluso carenze di vitamine e minerali, infezioni acquisite in comunità, tra cui polmonite e diarrea, fratture dell’anca e osteoporosi, e aumento degli eventi cardiovascolari in pazienti che hanno usato terapia concomitante con clopidogrel.

Per questo motivo, è necessario assumerli sempre con cautela e su indicazione medica.

 

Terapia chirurgica

La terapia chirurgica è un’opzione terapeutica per la terapia a lungo termine nei pazienti con la mattia da reflusso.

La terapia chirurgica è efficace quanto la terapia medica per pazienti attentamente selezionati con GERD cronica quando eseguita da un chirurgo esperto. Le potenziali opzioni chirurgiche per GERD includono la fundoplicatio laparoscopica o la chirurgia bariatrica negli obesi.

I motivi per cui i pazienti con GERD devono sottoporsi a intervento chirurgico possono includere il desiderio di interrompere la terapia medica, la non conformità, gli effetti collaterali associati alla terapia medica, la presenza di una grande ernia iatale, esofagite refrattaria alla terapia medica o sintomi persistenti documentati.

Le più alte risposte chirurgiche sono osservate in pazienti con sintomi tipici di bruciore di stomaco e / o rigurgito che dimostrano una buona risposta alla terapia con PPI o hanno studi anormali del pH ambulatoriale con una buona correlazione sintomatica.

 

Ti è piaciuto l’articolo “Malattia da reflusso gastroesofageo: sintomi e trattamento” ?

Bene! COMMENTA qui sotto e CONDIVIDILO SU FACEBOOK con i tuoi amici!!

FONTI: https://gi.org/guideline/diagnosis-and-managemen-of-gastroesophageal-reflux-disease/

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Hai già letto «I 9 CIBI CHE PEGGIORANO IL COLON IRRITABILE»?

Domani la mini-guida potrebbe non essere più gratis ...

I dati forniti non saranno mai ceduti a terzi e sono utilizzati per migliorare la qualità dei prodotti e l’esperienza che ti offriamo in Regolarity.it per renderli sempre più vicini alle tue specifiche esigenze nel pieno rispetto della normativa privacy GDPR UE2016/679

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Soffri di disturbi intestinali?

Scopri i 9 CIBI NOCIVI che causano gonfiore addominale, diarrea, stitichezza, mal di testa ...

I dati forniti non saranno mai ceduti a terzi e sono utilizzati per migliorare la qualità dei prodotti e l’esperienza che ti offriamo in Regolarity.it per renderli sempre più vicini alle tue specifiche esigenze nel pieno rispetto della normativa privacy GDPR UE2016/679

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco