I grassi fanno male? Cosa sapere se hai colon irritabile

diagnosi colon irritabileLa sindrome dell’intestino irritabile, spesso chiamato anche colon irritabile, è un disturbo digestivo caratterizzato da un gruppo di sintomi comuni, inclusi i cambiamenti nei movimenti intestinali e dolori addominali.

Il colon irritabile colpisce più del 10% della popolazione mondiale e, sebbene possa influenzare chiunque, è più comune tra i giovani e le donne di mezza età ( riscontrano i sintomi due volte più  le donne che gli uomini , soprattutto quelle di età inferiore ai 50 anni).

I sintomi più comuni della sindrome dell’intestino irritabile includono: (2)

  • Alterazione dei normali movimenti intestinali, tra cui costipazione e diarrea. Alcune persone tendono a sperimentare la costipazione oppure la diarrea (uno più spesso dell’altro), ma è anche possibile avere episodi di entrambi i sintomi. La diarrea è considerata una defecazione con consistenza fecale liquida, spesso con molteplici scariche diverse volte al giorno. Per costipazione si intendono generalmente meno di tre movimenti intestinali settimanali e/o sensazione di incompleto svuotamento.
  • Gonfiore addominale
  • Dolori addominali e crampi (simili a quelli causati dal ciclo mestruale di una donna)
  • Nausea
  • Bruciore di stomaco o reflusso acido
  • Sensazione di pienezza o perdita di appetito

Spesso non sai cosa mangiare, e a tal proposito abbiamo ideato un articolo nel quale descriviamo gli alimenti da evitare, selezionati dalla letteratura scientifica, i quali nella maggior parte dei casi scatenano i sintomi.

Lo puoi trovare qui: “Intestino Irritabile: cosa NON mangiare“.

In questo articolo, invece, approfondiremo l’argomento sui grassi, spiegheremo che cosa essi causano all’interno dell’intestino, e ti consiglieremo quali grassi sono salutari; ma soprattutto capiremo perché sentiamo dire che i grassi fanno male.

I grassi fanno male?

Una buona parte dei pazienti affetti da colon irritabile (IBS) riferisce un aumento dei sintomi dopo l’ingestione di alimenti ricchi di grassi.

I grassi aumentano l’ipersensibilità del colon-retto causando una maggiore percezione della distensione rettale, processo che permette all’ampolla rettale di liberarsi, e che nei pazienti affetti di IBS causa maggiore percezione del dolore.

i grassi fanno male

Inoltre è stato ipotizzato che l’aumento dei disturbi intestinali possa riflettere un’iper-sensibilità ai lipidi, con disturbi quali ridotta clearance (eliminazione) dei gas dal colon e gonfiore addominale.

Probabilmente gli effetti negativi sopraelencati dipendono anche dal consumo di grassi nocivi, di bassa qualità o cucinati con metodi non salutari (fritture, ecc).

Nonostante ciò, le ricerche che studiano l’effetto dei grassi alimentari sull’IBS sono limitate.

Inoltre, recenti studi suggeriscono anche un effetto positivo di alcuni tipi di grassi alimentari per i pazienti con IBS.

Grassi: limita la quantità e scegli la qualità.

Per esempio alcuni acidi grassi polinsaturi contenuti in alimenti come noci, pinoli e olio di lino possono diminuire l’infiammazione intestinale.

Un altro grasso benefico per l’intestino è l’acido butirrico, un acido grasso saturo.

L’acido butirrico ha un effetto protettivo della mucosa gastrointestinale, stimola la differenziazione dei linfociti e riduce l’infiammazione del colon.

L’acido butirrico può essere assunto da fonti alimentari (burro chiarificato, ecc) o prodotto dall’organismo nel colon dalla fermentazione microbica delle fibre alimentari.

È possibile, pertanto, che i pazienti affetti da IBS abbiano una carenza di batteri produttori di acido butirrico.

Consumare, quindi, alimenti ad alto contenuto di acido butirrico come il burro chiarificato può favorire i naturali processi di guarigione e rigenerazione nell’epitelio intestinale.

 

RACCOMANDAZIONI SULL’ASSUNZIONE DI GRASSI NELL’IBS SECONDO LA LETTERATURA SCIENTIFICA

Secondo le raccomandazioni alimentari della FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) e dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’assunzione totale di grassi per un adulto dovrebbe variare dal 30% al 35% dell’energia totale, senza essere inferiore al 15% dell’energia totale.

I pazienti con IBS devono limitare l’assunzione di grassi a 40-50 gr al giorno.

N.B.

1 cucchiaio di olio (oliva, lino, ecc) pesa circa 10 gr, 1 cucchiaio di burro chiarificato pesa circa 15 gr.

Tenere presente anche i grassi contenuti naturalmente negli alimenti.

E ricorda di evitare i grassi non salutari derivanti dalle fritture e dagli alimenti commerciali.

“Altre risorse utili per te”

 Il PROGRAMMA “STOP-Colon irritabile”, la guida completa per ridurre i disturbi intestinali, almeno della metà, in 8 settimane.
Il programma si basa esclusivamente sulle recenti soluzioni della scienza, tratte da 79 ricerche scientifiche internazionali.

Per saperne di più CLICCA QUI.

 

Ti è piaciuto l’articolo “I grassi fanno male: cosa sapere se hai il colon irritabile?”

Bene! COMMENTA qui sotto e CONDIVIDILO SU FACEBOOK con i tuoi amici!!

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Hai già letto «I 9 CIBI CHE PEGGIORANO IL COLON IRRITABILE»?

Domani la mini-guida potrebbe non essere più gratis ...

I dati forniti non saranno mai ceduti a terzi e sono utilizzati per migliorare la qualità dei prodotti e l’esperienza che ti offriamo in Regolarity.it per renderli sempre più vicini alle tue specifiche esigenze nel pieno rispetto della normativa privacy GDPR UE2016/679

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Soffri di disturbi intestinali?

Scopri i 9 CIBI NOCIVI che causano gonfiore addominale, diarrea, stitichezza, mal di testa ...

I dati forniti non saranno mai ceduti a terzi e sono utilizzati per migliorare la qualità dei prodotti e l’esperienza che ti offriamo in Regolarity.it per renderli sempre più vicini alle tue specifiche esigenze nel pieno rispetto della normativa privacy GDPR UE2016/679

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco