Gonfiore intestinale: Cos’è e 9 consigli per rimediare

GONFIORE INTESTINALE: In questo articolo spiegheremo cos’è, qual è la differenza tra gonfiore – distensione e meteorismo, chiariremo quali sono le cause più comuni che possono apportare gonfiore e sveleremo 9 consigli che possono aiutarti a ridurlo.

Gonfiore intestinale: cos’è?

gonfiore intestinaleTi è mai capitato di sentire la pancia gonfia? Una sensazione di pesantezza importante all’addome, quasi limitante, che causa anche dolore, si presenta subito dopo i pasti, ha un andamento fluttuante e ti  regala un po’ di sollievo solo alla fine della giornata?

Se stai leggendo questa pagina, probabilmente la risposta è SI.

Il gonfiore è un sintomo spesso sottovalutato, che determina una limitazione importante della qualità della vita nelle persone che ne soffrono.

I sintomi del gonfiore intestinale

Tra i sintomi più comuni vi sono:

  • una sensazione di pienezza dell’addome
  • sensazione di gonfiore importante
  • pressione aumentata dell’addome e tensione della muscolatura addominale
  • eruttazione, nausea, crampi, gorgoglii o rumori allo stomaco

Gli uomini descrivono il problema in modo diverso, spesso riferendosi ad esso come una “durezza” o “tensione” dell’addome.

Nei casi più gravi, le persone che ne soffrono spesso devono allentare i loro vestiti, e non è raro per le donne paragonare il loro aspetto a quello della gravidanza.

gonfiaIl gonfiore può essere fortemente influenzato dallo stato ormonale, sebbene può verificarsi in qualsiasi momento durante il ciclo mestruale ed è ugualmente prevalente nelle donne in menopausa.

Una sensazione di gonfiore addominale, talvolta accompagnata da un aumento della circonferenza (distensione), è una delle caratteristiche più comuni e più intrusive dei disturbi funzionali dell’intestino.

ATTENZIONE E’ importante non confondere il gonfiore che proviene da disturbi intestinali, e il gonfiore derivante da malattie organiche.

Infatti, il gonfiore è anche un sintomo presente in malattie organiche come infezioni dell’iintestino, condizioni di malassorbimento, ischemia intestinale acuta o subacuta e persino malattie neoplastiche.

È stato dimostrato che il gonfiore è persino utile per la diagnosi precoce del carcinoma ovarico, mentre rimane un segnale aspecifico per i tumori gastrointestinali addominali.

Quindi se il gonfiore intestinale rappresenta per te una novità, non fluttua durante la giornata, non viene esacerbato dai pasti, non peggiora la sera e non si attenua la notte … allora faresti bene a consultare un medico perché potrebbe non essere un disturbo gastrointestinale funzionale.

 

Gonfiore, distensione e meteorismo: sono la stessa cosa?

Probabilmente nessuno ti ha mai spiegato la differenza tra queste tre parole, che possono essere considerati sinonimi ma, in realtà, racchiudono significati totalmente diversi. E’ importante capirne la differenza, perché non sempre la presenza dell’uno determina la presenza dell’altro.

Facciamo chiarezza.

Meteorismo:  Il termine meteorismo deriva dal greco “meteorizo” che significa “sollevare”, nel senso di “sospeso nell’aria”, e quindi ci rimanda all’idea di gas, qualcosa di leggero in espansione, ma il termine “meteorismo” è troppo generico e caduto in disuso.

Gonfiore: tradotto dall’inglese “bloating”, si intende una sgradevole sensazione di tensione addominale data da un percepito aumento di “pressione” a livello dell’intestino. Quindi il termine in sé, riferisce una sensazione soggettiva, non misurabile, della persona che la prova.

Distensione:  tradotto dall’inglese “distension”, si riferisce ad un aumento misurabile della circonferenza addominale.

Non sempre una sensazione di gonfiore si accompagna a una distensione addominale, i sintomi possono essere indipendenti.

 

Le cause:

Le cause del gonfiore intestinale possono essere molteplici, e vanno da problemi sensoriali e/o funzionali: dolore, gonfiore colon

  1. disfunzioni sensoriali: Iper/iposensibilità viscerale
  2. disfunzioni motorie: transito accellerato (presente in diarrea) o ritardato (presente in stitichezza)
  3. attività muscolare addominale anomala
  4. obesità o aumento repentino del peso
  5. sindrome dell’intestino irritabile
  6. fattori ormonali

a problemi legati all’alimentazione come:

  1. Intolleranza a lattosio
  2. intolleranza al fruttosio
  3. elevata assunzione di sorbitolo
  4. Sensibilità al glutine non celiaca.

 

9 Consigli per rimediare

La maggior parte dei pazienti riconosce che mangiare fa peggiorare i loro sintomi.

Ecco 5 alimenti che devi evitare:

  • una dieta ricca di fibre può peggiorare il gonfiore e limitare l’assunzione di fibra è molto efficace
  • limita l’assunzione di grassi
  • evita bevande gassate
  • limita l’assunzione di zucchero (anche dei suoi derivati, spesso presenti in alimenti dietetici)
  • limita i latticini

Ecco 4 CONSIGLI che dovresti seguire:

Ecco alcuni alimenti a basso contenuto di FODMAP:

 Arance, fragole, melone cantalupo, limone, lime, frutti di bosco, banana, ananas, avocado, Piselli, carote, spinaci, lattuga, peperoni verdi, zucchine, cetriolo, rapa, verza, barbabietola, radicchio, Riso (tutte le varietà), avena, quinoa, patate, fiocchi d’avena, Formaggi secchi (ad esempio cheddar, parmigiano, formaggio svizzero), latte o prodotti caseari delattosati, Tutte le carni (bianche o rosse) non processate, uovo, pesce

 

FONTI:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19491831

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/6847853

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1681432/

 

Questo articolo ti è stato utile? Scrivilo nei commenti e/o Condividi!

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Hai già letto «I 9 CIBI CHE PEGGIORANO IL COLON IRRITABILE»?

Domani la mini-guida potrebbe non essere più gratis ...

I tuoi dati sono al sicuro

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Soffri di disturbi intestinali?

Scopri i 9 CIBI NOCIVI che causano gonfiore addominale, diarrea, stitichezza, mal di testa ...

I tuoi dati sono al sicuro

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco