Diarrea ricorrente: si tratta di Colon Irritabile?

In questo articolo parleremo della diarrea, spiegheremo cos’è e quali sono i sintomi più comuni, e cercheremo di capire se può essere dovuta al colon irritabile. Inoltre, forniremo alcuni consigli per quanto riguarda il trattamento con rimedi casalinghi.

Per diarrea, solitamente si intendono movimenti intestinali dolorosi ripetuti durante il giorno, con l’emissione di feci liquide, o semi liquide.

Nella maggior parte dei casi, la diarrea dura un paio di giorni. Ma quando dura per settimane, può indicare un disturbo grave, come un’infezione persistente, una malattia infiammatoria intestinale o la sindrome dell’intestino irritabile.

Sintomi

I sintomi più comuni che potresti riscontradiarrea ricorrentere se hai diarrea sono:

  • feci acquose
  • crampi addominali
  • dolore addominale
  • febbre
  • sangue nelle feci
  • gonfiore
  • nausea
  • urgente necessità di avere un movimento intestinale

Cause della diarrea ricorrente

Le cause possono essere molteplici, e da queste dipende la difficoltà nella gestione dei sintomi

  • I virus. I virus che possono causare diarrea includono il Norovirus, il citomegalovirus e l’epatite virale. Il rotavirus è una causa cvirusomune di diarrea acuta nell’infanzia.
  • Batteri e parassiti Il cibo o l’acqua contaminati possono trasmettere batteri e parassiti al tuo corpo. I parassiti come Giardia lamblia e cryptosporidium possono causare diarrea. Le cause batteriche comuni di diarrea includono il campylobacter, la salmonella, la shigella e l’escherichia coli. Quando si viaggia in paesi in via di sviluppo, la diarrea causata da batteri e parassiti è spesso definita diarrea del viaggiatore. Può verificarsi un’infezione da Clostridium difficile, specialmente dopo un ciclo di antibiotici.
  • Molti farmaci, come gli antibiotici, possono causare diarrea. Gli antibiotici distruggono batteri buoni e cattivi, che possono disturbare il naturale equilibrio dei batteri nel tuo intestino. Altri farmaci che causano la diarrea sono farmaci antitumorali e antiacidi con magnesio.
  • Intolleranza al lattosio. Il lattosio è uno zucchero presente nel latte e in altri prodotti caseari. Le persone che hanno difficoltà alattosio digerire il lattosio solitamente presentano diarrea dopo aver mangiato latticini.Il tuo corpo produce un enzima che aiuta a digerire il lattosio, ma per la maggior parte delle persone, i livelli di questo enzima diminuiscono rapidamente dopo l’infanzia. Questo causa un aumento del rischio di intolleranza al lattosio quando si invecchia.
  • Il fruttosio, uno zucchero che si trova naturalmente nella frutta e nel miele e aggiunto come dolcificante ad alcune bevande, può causare diarrea nelle persone che hanno difficoltà a digerirlo.
  • Dolcificanti artificiali. Sorbitolo e mannitolo, dolcificanti artificiali trovati in chewing gum e altri prodotti senza zucchero, possono causare diarrea in alcune persone che non tollerano bene questo gruppo di zuccheri.
  • Alcune persone hanno diarrea dopo aver subito un intervento chirurgico addominale, come  la rimozione della cistifellea.
  • Altri disturbi digestivi. La diarrea cronica ha una serie di altre cause, come il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, la celiachia, la colite microscopica e la sindrome dell’intestino irritabile.

Nel momento in cui il medico esclude tutte le possibile cause della diarrea, quali infezioni batteriche, virus, esiti di intervento chirurgico, intolleranze alimentari, patologie intestinali come morbo di Chron e colite ulcerosa, una causa potrebbe riguardare la sindrome del colon irritabile.

Questa sindrome è cronica, per questo la diarrea non si presenterà come un episodio isolato, ma come un evento che si verifica più volte durante il mese, o nei casi più gravi, durante la settimana.

A volte, può presentarsi in modo alternato con la stitichezza.

Per questo motivo possiamo definire questo sintomo come diarrea ricorrente, per definizione che si manifesta o si ripete periodicamente nel tempo oppure a intervalli più o meno regolari.

 

RIMEDI PER DIARREA RICORRENTE – 4 RIMEDI CASALINGHI

ALIMENTAZIONE LEGGERA, CIBI FACILI DA DIGERIRE

  • Mangiare poco e lentamente può aiutare e favorire la digestione. Sicuramente, quando hai diarrea, non avrai molto appetito a causa dei crampi addominali e del dolore che percepisci all’addome. E’ consigliabile mangiare piccole quantità di cibo, più volte al giorno.
  • Si consiglia di seguire una dieta a base di cibi semplici come cereali integrali, mele, banane e riso, soprattutto nei primi giorni. Questi alimenti sono facili da digerire e possono fornire una certa quantità di fibre per aiutare ad aumentare la massa delle feci.
  • Olio di semi di lino – ha dimostrato di ridurre la durata della diarrea. Ovviamente si consiglia un olio biologico di qualità che mantenga tutte le proprietà nutritive durante la spremitura . Si può bere un cucchiaio al mattino, a digiuno, finché non si riducono le scariche diarroiche.
  • Miele e zenzero crudi – alcune persone trovano che una piccola quantità di miele e radice di zenzero in acqua calda, aiuta a lenire lo stomaco e ridurre l’irritazione.

Oltre a questi alimenti da inserire, si raccomanda di eliminarne alcuni che possono facilmente peggiorare le condizioni intestinali, tra cui:

  • Latticini convenzionali – i latticini possono essere difficili da digerire e possono peggiorare la diarrea ricorrente. Tuttavia, i prodotti caseari fermentati, come lo yogurt o il kefir, sono ricchi di probiotici che possono supportare la funzione intestinale.
  • Eventuali allergeni potenziali – Come accennato in precedenza, la diarrea può derivare da allergie alimentari come glutine, noci, molluschi e latticini.
  • Grassi e oli trasformati – Troppi grassi possono irritare lo stomaco e peggiorare la diarrea ricorrente. Questo può includere grassi da prodotti confezionati con oli vegetali raffinati, fast food, formaggi, carni lavorate o cibi fritti.
  • Zuccheri aggiunti e dolcificanti artificiali – I batteri amano mangiare zucchero e lo zucchero, nella maggior parte dei casi, riduce il sistema immunitario e il funzionamento dell’apparato digestivo.
  • Caffeina – La caffeina può stimolare i muscoli del tratto digestivo, aumentando i movimenti intestinali e i crampi.
  • Bevande gassate e zuccherate
  • Alcool
  • Alimenti con carboidrati FODMAP, se peggiorano i sintomi. Le reazioni variano da persona a persona, ma gli alimenti problematici potrebbero includere: pere, avena, fagioli / legumi, grano, mais, soia, patate e qualsiasi tipo di crusca.

RIMANI IDRATATO

Bere abbastanza acqua è fondamentale quando hai la diarrea, perché elimini più liquidi del normale attraverso le feci e puoi andare incontro a fenomeni di disidratazione.

Puoi anche ottenere dei liquidi bevendo un brodo di carne fatto in casa, che fornirà anche molti nutrienti di cui hai bisogno (come amminoacidi ed elettroliti).

tisanaLe tisane con zenzero, menta piperita, liquirizia / finocchio o tè di melograno (senza caffeina) possono anche aiutare ad alleviare il dolore gastrico.

Un modo semplice per capire se stai perdendo troppa acqua è valutare il colore della tua urina, che diventerà molto scura quando sarai disidratato; in più potrai avere molta sete e labbra secche.

PROVA QUESTI SUPPLEMENTI

Alcuni supplementi possono aiutare a migliorare l’intestino e la salute dell’apparato digerente, consentono di elaborare meglio gli alimenti e i nutrienti che si stanno consumando, e  a lenire un mal di stomaco.

Consiglio di provare alcuni dei seguenti:

  • Probiotici “Energy Flora” (100 miliardi di unità al giorno): i probiotici aiutano a combattere le infezioni e possono aiutare a ricolonizzare l’intestino con batteri sani. Questi sono disponibili in forma di supplemento e anche in alimenti fermentati, come kefir, miso, tempeh, kombucha.
  • Enzimi digestivi (2 prima di ogni pasto): questi enzimi aiuteranno l’assorbimento dei nutrienti.
  • Glutammina in polvere : la glutammina è un amminoacido che aiuta a riparare il tratto digestivo, particolarmente importante per le persone con diarrea cronica. È disponibile in forma di supplemento e naturalmente in brodo di ossa.
  • Succo di aloe vera (1/2 tazza presa circa 3 volte al giorno): l’aloe vera ha un effetto anti-infiammatorio e svolge un’azione riequilibrante del ph e della flora batterica.
  • Semi di lino, semi di chia e semi di canapa: la fibra solubile presente nei semi può aiutare ad addensare le feci e ridurre la frequenza della diarrea ricorrente.

USA OLI ESSENZIALI

menta piperitaRicerche scientifiche hanno evidenziato che l’ olio essenziale di menta piperita può ridurre l’infiammazione intestinale e alleviare il dolore nel tratto digestivo, riducendo la diarrea ricorrente, quindi la frequenza delle evacuazioni.

Gli studi hanno anche scoperto che il mentolo, il principio attivo della menta piperita, ha proprietà antispasmodiche grazie alla sua capacità di bloccare i canali del calcio all’interno della muscolatura liscia intestinale. Questo aiuta a fermare crampi, frequenti eliminazioni e dolori.

Alcuni studi hanno rilevato che l’uso di olio di menta piperita sembra essere più efficace nell’alleviare il dolore addominale nella diarrea delle persone con la sindrome dell’intestino irritabile, che è spesso causata da molteplici fattori e può essere difficile da trattare.

Uno studio randomizzato in doppio cieco condotto su 74 pazienti con IBS (irritable bowel syndrome) ha rilevato che dopo 6 settimane di utilizzo di olio di menta piperita 3 volte al giorno, il dolore addominale e la qualità della vita erano nettamente migliorati rispetto a un gruppo placebo che non utilizzava menta piperita.

 

FONTI: https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/diarrhea/symptoms-causes/syc-20352241

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16121521

https://www.webmd.com/allergies/food-allergy-intolerances

 

 

Questo articolo ti è stato utile? Scrivilo nei commenti!

Aiutaci a crescere condividendo questo articolo.

 

 

 

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Benvenuto! Scarica in regalo «IL CIBO NOCIVO PER IL COLON IRRITABILE»
  • Causa disturbi intestinali in 1 persona su 4
  • Frammenti indigeriti di questo CIBO innescano uno stato infiammatorio
  • Causa gonfiore addominale, diarrea, stitichezza, ansia, mal di testa

I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Hai già scaricato «IL CIBO NOCIVO PER IL COLON IRRITABILE»?

Domani potrebbe non essere più disponibile gratuitamente ...

I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco