Acidi grassi a catena corta: la fonte di nutrimento del colon

Gli acidi grassi a catena corta sono prodotti dai batteri che risiedono all’interno del nostro intestino.acidi grassi a catena corta

Oltre a rappresentare la principale fonte di nutrimento per le cellule del colon, possono anche ridurre il rischio di malattie infiammatorie, diabete di tipo 2, obesità, malattie cardiache e altre condizioni ().

Inoltre, sono importantissimi per tutti i disturbi intestinali, dalla diarrea al colon irritabile, alla prevenzione del cancro al colon.

Gli acidi grassi a catena corta in eccesso vengono utilizzati per altre funzioni nel corpo. Ad esempio, possono fornire circa il 10% del fabbisogno calorico giornaliero (2).

Sono anche coinvolti nel metabolismo di importanti nutrienti come carboidrati e grassi (3).

Circa il 95% degli acidi grassi a catena corta nel corpo sono:

  • Acetato (C2).
  • Propionato (C3).
  • Butirrato (C4).

Il propionato è principalmente coinvolto nella produzione di glucosio nel fegato, mentre l’acetato e il butirrato sono incorporati in altri acidi grassi e colesterolo (4).

Alimenti contenenti acidi grassi a catena corta

Mangiare cibi ricchi di fibre, come frutta , verdura e legumi , porta ad un aumento degli acidi grassi a catena corta nell’intestino(6).fibre

Tuttavia, la quantità e il tipo di fibra che si mangia influisce sulla composizione dei batteri nell’intestino, che influisce sulla produzione degli acidi grassi a catena corta.

I seguenti tipi di fibra sono utili nella produzione di tali  sostanze:

  • Inulina: è possibile ottenere inulina da carciofi, aglio , porri, cipolle , grano , segale e asparagi.
  • Fruttooligosaccaridi (FOS): i FOS si trovano in vari tipi di frutta e verdura, tra cui banane, cipolle, aglio e asparagi.
  • Amido resistente: puoi ottenere amido resistente da cereali , orzo, riso, fagioli , banane verdi , legumi e patate che sono stati cotte e poi raffreddate
  • Pectina: buone fonti di pectina includono mele , albicocche, carote , arance

Acido butirrico e colon irritabile

L’acido butirrico è un acido grasso saturo che si trova principalmente nel latte dei ruminanti e nei derivati (burro chiarificato, ecc).

Viene anche prodotto nel colon dalla fermentazione microbica delle fibre alimentari (carboidrati indigeribili).

Per favorire una buona produzione di questo nutriente, da parte del nostro organismo, è utile quindi assumere una sufficiente quantità di fibre alimentari.

L’acido butirrico:

  • ha un effetto protettivo sulla mucosa gastrointestinale
  • stimola la differenziazione dei linfociti e riduce l’infiammazione a livello del colon
  • regola la motilità del tratto gastrointestinale
  • regola la composizione della microflora batterica

Il dolore addominale nei pazienti con colon irritabile (IBS) è in genere legato a disturbi digestivi, alla fermentazione e alla formazione di gas nel lume intestinale.

E’ possibile, pertanto, che i pazienti affetti da IBS abbiano una carenza di batteri che producono acido butirrico.

Fonti alimentari di acido butirrico

Diversi alimenti contengono butirrato di sodio che viene convertito nell’organismo in acido butirrico.

Inserire regolarmente, in una dieta varia ed equilibrata, il burro chiarificato (chiamato spesso anche GHI), naturalmente privo di lattosio e caseina, può aiutare ad aumentare le concentrazioni di acido butirrico del proprio organismo.

Il burro chiarificato, inoltre, favorisce l’assorbimento e il trasporto di tutte le sostanze nutritive (vitamine, minerali e amminoacidi) e dimezza l’impatto glicemico di tutti i carboidrati, semplici e complessi.

Puoi acquistare burro chiarificato biologico di alta qualità su questo sito:
https://www.energyfoods.it/prodotto/ghi/?wpam_id=78

Nei pazienti con disfunzioni intestinali (IBS) il butirrato di sodio è uno dei fattori chiave che contribuiscono all’omeostasi intestinale, migliorando i naturali processi di guarigione e rigenerazione dell’epitelio intestinale.

pancia

A causa delle loro proprietà anti-infiammatorie e anti-cancro, è probabile che gli acidi grassi a catena corta abbiano una vasta gamma di effetti benefici sul tuo corpo.

Una cosa è certa: la cura dei batteri intestinali può portare a una serie di benefici per la salute.

Il modo migliore per nutrire i batteri buoni nell’intestino è quello di mangiare molti alimenti ricchi di fibre fermentabili.

 

Altre risorse utili per te

Sindrome dell’Intestino Irritabile

*** Vuoi ricevere le ultime novità su soluzioni naturali, basate su ricerche scientifiche internazionali, per il colon irritabile?

Clicca qui e inserisci la tua email per restare continuamente aggiornato.

 

*** Iscriviti al gruppo facebook riservato alla Sindrome del Colon Irritabile, dove puoi condividere la tua esperienza e/o chiedere consigli.

Trovi il gruppo su Facebook col nome “Colon irritabile: soluzioni basate sulla scienza e condivisione esperienze” oppure clicca qui.

 

Bruciore di stomaco e reflusso acido: Mai Più Reflusso Acido™

Un semplice sistema in 5 fasi per curare reflusso acido, bruciore di stomaco e disturbi intestinali utilizzando strategie olistiche comprovate a cura del nutrizionista Jeff Martin

Se soffri di bruciore allo stomaco e vuoi finalmente risolverlo clicca qui.

 

Emorroidi e stitichezza: Mai Più Emorroidi™

Un sistema unico, olistico e graduale che garantisce la prevenzione e l’eliminazione delle emorroidi e della stitichezza in modo naturale.

Questo e-book ti permette di:

— Curare la stitichezza a altri problemi digestivi
— Eliminare ogni sintomo legato alle emorroidi come: dolore, irritazione, gonfiore, perdite di sangue e prurito
— Perdere il peso in eccesso
— Avere un aspetto più giovane e sentirti più sano

Clicca qui per scoprire di più.

 

Candida intestinale: Mai Più Micosi™

Il sistema della nutrizionista Linda Allen per eliminare l’infezione da candida in 60 giorni e in modo naturale.
Per saperne di più clicca qui.

 

Raggiungere il massimo livello di benessere psico-fisico

*** Programma Di Trasformazione In 8 Settimane

Il Programma di Trasformazione per ritrovare salute, energia e peso forma in 8 settimane con un’alimentazione olistica su misura per TE.

Risorsa a cura di Francesca Forcella Cillo, nutrizionista e naturopata con 30 anni d’esperienza.
Clicca qui per saperne di più.

 

Test Genetico – Nel tuo DNA è scritta l’alimentazione ideale per te

Questo test (clicca qui) ti permette di scoprire:

— Predisposizione genetica alla celiachia (non si tratta di sensibilità al glutine)
— Intolleranza al lattosio
— Tolleranza e metabolismo degli zuccheri, dei lipidi, di caffeina e alcol
— Attività infiammatoria
— Salute dell’osso (se hai bisogno di curare il metabolismo del calcio)
— Attività enzimatica (se hai bisogno di supplementare enzimi sulla base di quanti ne produci)
— Disintossicazione e protezione dallo stress ossidativo
— La presenza o meno della mutazione MTHFR
— Lo fai comodamente a casa tua.

Trovi ulteriori dettagli in questa pagina.

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hai già letto «I 9 CIBI CHE PEGGIORANO IL COLON IRRITABILE»?

Domani la mini-guida potrebbe non essere più gratis ...

I dati forniti non saranno mai ceduti a terzi e sono utilizzati per migliorare la qualità dei prodotti e l’esperienza che ti offriamo in Regolarity.it per renderli sempre più vicini alle tue specifiche esigenze nel pieno rispetto della normativa privacy GDPR UE2016/679

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Soffri di disturbi intestinali?

Scopri i 9 CIBI NOCIVI che causano gonfiore, crampi e dolore addominale, diarrea, flatulenza ...

I dati forniti non saranno mai ceduti a terzi e sono utilizzati per migliorare la qualità dei prodotti e l’esperienza che ti offriamo in Regolarity.it per renderli sempre più vicini alle tue specifiche esigenze nel pieno rispetto della normativa privacy GDPR UE2016/679

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco